Icona del menu mobile

Investire ½ milione e oltre: Gestione patrimoniale GmbH

Mantenere in vita una GmbH costa circa 3.000 euro all’anno. Con un patrimonio di 100.000 euro, si tratta del 3% che dovrebbe essere guadagnato solo per coprire i costi di gestione di ogni GmbH, come ad esempio i conti annuali preparati dal consulente fiscale. Pertanto, prima di prendere in considerazione una VV GmbH, si dovrebbero avere a disposizione diversi 100.000 euro.

Sapere che il proprio patrimonio è ben gestito è probabilmente uno dei motivi che fa dormire meglio la notte. Più il vostro patrimonio è diversificato, più è importante trovare la giusta “opzione di conservazione”. Un’opzione interessante è la società di gestione patrimoniale GmbH. Ma cos’è e a chi si rivolge? La SGR, nota anche come SGR salvadanaio, è una forma particolare di gestione patrimoniale e ne esistono sostanzialmente due varianti.

Occorre distinguere se vengono apportati e fusi beni privati o partecipazioni dirette degli azionisti. In parole povere, ciò significa che una GmbH di gestione patrimoniale può essere utile quando si tratta di beni privati (immobili, azioni, titoli, obbligazioni, ETF, ecc.) che sono già stati acquisiti nel corso degli anni e che ora esistono.

Anche chi è all’inizio o al culmine della propria attività imprenditoriale e vuole massimizzare i vari investimenti e la loro distribuzione degli utili, proteggendoli da una tassazione elevata, può utilizzare questa speciale forma di GmbH a proprio vantaggio.

Qual è l’idea di base di una GmbH a gestione patrimoniale?

Soprattutto per i contribuenti che dispongono di un elevato capitale e di un patrimonio immobiliare, una società a responsabilità limitata di questo tipo si rivela particolarmente vantaggiosa in termini di agevolazioni fiscali. Chi non vorrebbe risparmiare sulle tasse? L’attenzione si concentra sulla conservazione permanente dei redditi da capitale.

Il risparmio fiscale derivante dall’evitare la distribuzione degli utili ha un effetto positivo sulla liquidità e consente di effettuare nuovi investimenti e di rimborsare più rapidamente le passività. L’obiettivo principale è l’accumulazione ulteriore e a lungo termine del patrimonio. In termini colloquiali, questa società di capitali viene spesso definita anche come “società di risparmio”.

Cosa può fare una società di gestione patrimoniale?

Ciò dipende dalla forma esatta e dallo scopo che la società a responsabilità limitata deve raggiungere. Una GmbH immobiliare, ad esempio, è soggetta a requisiti e restrizioni più severi rispetto a una società di gestione patrimoniale generale. Ecco un esempio: quest’ultima può anche svolgere un’attività operativa, come un negozio di scarpe sportive. Per lo meno, queste condizioni si applicano se l’obiettivo della GmbH immobiliare è il risparmio fiscale.

Come suggerisce il nome, il compito principale di una GmbH di gestione patrimoniale è la gestione. È proprio questo requisito a essere indispensabile. Non appena la GmbH svolge un’attività normale, i suoi privilegi fiscali vengono meno. Tuttavia, la guida di un’auto aziendale in qualità di amministratore delegato di una VV GmbH è consentita, proprio come in qualsiasi altra GmbH tradizionale.

Quando ha senso una VV GmbH e per chi è adatta? La costituzione di una VV GmbH può essere molto interessante dal punto di vista fiscale, soprattutto per le persone con un elevato capitale e patrimonio immobiliare. Tuttavia, questo risparmio fiscale può essere sfruttato solo a determinate condizioni.

Anche il trasferimento di beni a figli e nipoti può essere un motivo per costituire una società di gestione patrimoniale, in quanto offre anche vantaggi fiscali in caso di eredità. In particolare per gli investimenti immobiliari, la costituzione di una società immobiliare può essere una decisione intelligente per beneficiare di vantaggi fiscali. Una società di gestione patrimoniale può avere senso anche in altri settori dell’accumulo di ricchezza.

Forme della società di gestione patrimoniale

Esistono diverse forme di VV GmbH:

  • Una GmbH appositamente progettata per gli investimenti immobiliari
  • Una GmbH appositamente progettata per gli investimenti azionari
  • Una GmbH appositamente progettata per gli investimenti azionari

Forma speciale: GmbH immobiliare

Per ogni investitore immobiliare si pone la seguente domanda, soprattutto con l’aumento della proprietà immobiliare: cosa fare con il reddito da locazione o con il ricavato della vendita per mantenere il carico fiscale il più basso possibile e trarre il massimo vantaggio dal profitto generato dall’immobile? L’obiettivo è reinvestire in modo sensato i risparmi fiscali che ne derivano. Ciò è particolarmente importante per gli immobili ad alto reddito.

Cosa può fare una società di gestione immobiliare?

Una GmbH immobiliare può gestire e utilizzare solo beni immobili. È inoltre legalmente autorizzata a gestire il proprio capitale sociale (ad es. azioni), a gestire edifici residenziali e a costruire e vendere case o condomini:

  • Compito principale: gestione dei redditi da locazione e affitto di immobili residenziali
  • Nessuna attività di commercio di immobili commerciali
  • .
  • L’acquisto e la rivendita di tre o più immobili nell’arco di 5 anni è considerato commercio commerciale
  • Nessuna attività commerciale nella GmbH

Come si possono ottenere sgravi fiscali per la GmbH immobiliare

1. la riduzione immobiliare estesa

La GmbH immobiliare può essere esentata dall’imposta sul commercio attraverso la riduzione estesa della proprietà. Questa norma giuridica prevede sgravi fiscali per le società di gestione patrimoniale. La locazione delle loro proprietà è classificata come un’attività di gestione patrimoniale e quindi proprio questo profitto è esentato dal calcolo dell’imposta sulle attività produttive. La conseguenza è che, a queste condizioni, non si applica l’imposta sul reddito da locazione:

  • La vostra attività deve essere limitata alla gestione dei redditi da locazione e non deve in nessun caso essere classificata come commercio di immobili commerciali.
  • Questo regolamento offre un’ottima opportunità per ottimizzare i profitti, soprattutto per le proprietà ad alto reddito!
  • Svantaggio: le plusvalenze sulle proprietà della GmbH sono soggette a imposta, anche dopo la scadenza del periodo di dieci anni (a differenza della vendita di proprietà private).
Tassazione dei redditi da locazione e leasing Tassazione delle plusvalenze
Immobilien GmbH Esente dall’imposta sul commercio Pienamente imponibile
Proprietà detenuta privatamente Tassazione ai sensi della legge sull’imposta sul reddito Esenzione fiscale totale dopo 10 anni
Vendita come privato Tassazione delle plusvalenze
Periodo di detenzione < 10 anni Agricola privata Agricola delle società a responsabilità limitata
Periodo di detenzione > 10 anni esente da imposte Agenzia fiscale GmbH

2. Riserva 6b

Come già accennato, è necessario prestare attenzione per evitare di essere classificati come commercianti di immobili commerciali; la riserva 6b è un fattore importante in questo caso. Essa consente di ridurre l’utile imponibile e quindi di ottenere un risparmio fiscale.

  • Le riserve sono un tipo di destinazione degli utili
  • In senso stretto: Rinvio d’imposta fino a quando le riserve occulte rivelate non possono più essere trasformate in una riserva esente da imposte.

La riserva 6b può essere utile se:

  • un immobile della GmbH deve essere venduto in esenzione d’imposta
  • si è superato il limite di un massimo di tre acquisti/vendite in cinque anni
  • o c’è l’intenzione di farlo

I proventi possono quindi essere utilizzati interamente per finanziare nuovi investimenti. La situazione di liquidità rimane stabile e si possono generare notevoli benefici di capitale attraverso decisioni di investimento intelligenti.

Tasse nella società di gestione patrimoniale GmbH

All’interno di una GmbH di gestione patrimoniale, l’aliquota fiscale totale sul reddito è composta da…

  • Imposta sul reddito societario (15%)
  • Supplemento di solidarietà sull’importo dell’imposta sulle società (5,5%)
  • Imposta sul commercio (15%)

Nella forma speciale sopra descritta, non vi è alcuna imposta commerciale grazie all’utilizzo della “riduzione estesa della proprietà”.

Quando conviene una società immobiliare a responsabilità limitata?

Quanto maggiore è il patrimonio immobiliare, tanto più alta è l’aliquota fiscale fittizia sul patrimonio privato degli azionisti e tanto maggiore è il vantaggio di una S.r.l. immobiliare. Se si vogliono creare riserve a lungo termine attraverso la vendita di immobili per reinvestire e costruire ulteriormente il patrimonio, l’aliquota fiscale costantemente bassa di una società immobiliare ha un effetto positivo. Sempre ammesso che le attività della società immobiliare non siano classificate come commercio di immobili commerciali dall’ufficio delle imposte.

Forma speciale di società di gestione patrimoniale per investimenti in azioni

L’asset-managing GmbH offre anche interessanti vantaggi fiscali per quanto riguarda la negoziazione di azioni, ETF o altri titoli. Occorre fare una distinzione fondamentale tra plusvalenze e dividendi/distribuzioni di utili. Per questi ultimi non ci sono vantaggi fiscali all’interno di una società di gestione patrimoniale, mentre ce ne sono per le plusvalenze.

Tassazione delle plusvalenze Tassazione dei dividendi
Società a responsabilità limitata a gestione patrimoniale Esente dall’imposta sulle società Nessuna esenzione fiscale
Dividendi o distribuzioni di utili Imposta sui guadagni di capitale o procedura di reddito parziale Imposta sulle plusvalenze o metodo del reddito parziale

Un’altra differenza sta nella deducibilità dei costi (costi di acquisizione e di cessione). Nel caso delle plusvalenze, possono essere riconosciuti i costi effettivi, mentre nel caso dei dividendi, ha un ruolo solo la somma forfettaria di 801 euro per le persone fisiche e il doppio per le coppie sposate.

In linea di principio, sugli utili delle azioni di una GmbH è dovuta un’imposta del 30%, composta dall’imposta sulle società e dall’imposta sulle attività produttive. Gran parte degli utili deve essere reinvestita.

Esenzione dall’imposta sulle società

Tuttavia, il 95% degli utili derivanti da dividendi e distribuzioni di utili è esente dall’imposta sulle società. Lo stesso vale per i dividendi e le distribuzioni di utili, ma è richiesta una partecipazione di almeno il 10%. Non è quindi prevista alcuna esenzione dalla KStG per il flottante.

Si noti inoltre che le perdite derivanti dagli utili azionari non sono deducibili o compensabili con gli utili derivanti dalla negoziazione di azioni. Tuttavia, se la GmbH di gestione patrimoniale genera un utile e lo distribuisce ai proprietari della GmbH, queste distribuzioni sono sicuramente imponibili. La distribuzione agli azionisti è soggetta a tassazione sotto forma di imposta sulle plusvalenze.

Per voi, in quanto privati, potrebbe quindi essere vantaggioso detenere le azioni all’interno della vostra GmbH e utilizzare gli utili per effettuare ulteriori investimenti, invece di accettare l’imposta sulle plusvalenze dovuta sulle distribuzioni. Se siete attivi sia negli investimenti azionari che in quelli immobiliari, nulla vi impedisce di costituire una vostra società a responsabilità limitata.

Importante: le transazioni azionarie non hanno un effetto penalizzante su una riduzione immobiliare estesa se l’operazione è effettuata con il vostro capitale e non con quello della società. La soluzione ideale sarebbe quindi quella di costituire una società a responsabilità limitata a gestione patrimoniale che benefici dell’estensione della deduzione immobiliare e che operi anche in borsa.

Forma speciale: Holding GmbH per investimenti

Supponiamo che ora si benefici principalmente dei profitti dei propri investimenti e che si voglia destinarli al proprio patrimonio privato. È qui che entra in gioco la nostra vecchia amica, l’imposta sulle plusvalenze. Un modo estremamente affascinante per evitarla è quello di creare una holding. Ciò richiede una società madre e almeno una controllata che siano legalmente indipendenti l’una dall’altra.

Con questa struttura societaria, si beneficia del fatto che non è dovuta alcuna imposta sulle plusvalenze quando le società controllate distribuiscono gli utili alla società madre. Stiamo parlando di una GmbH di investimento a gestione patrimoniale. La combinazione di una GmbH immobiliare e di una holding offre in particolare le migliori condizioni per ottenere l’aliquota fiscale più bassa possibile sulle plusvalenze.

Vediamo più da vicino con l’aiuto di un esempio: Un imprenditore fonda una società a responsabilità limitata per la vendita di scarpe sportive. Il suo obiettivo è quello di ottimizzare gli utili dell’azienda a fini fiscali. Se ora costituisce una holding e trasferisce tutti gli utili della società controllata (in questo caso l’attività di scarpe sportive) alla società madre, può evitare di pagare l’imposta sulle plusvalenze.

La società madre riceve tutti gli utili ed egli può utilizzarli per effettuare ulteriori investimenti e, ad esempio, specializzarsi in depositi e creare a tal fine un’altra filiale, che trasferisce anch’essa i suoi utili alla società madre. Va notato che la filiale (azienda di calzature sportive) è ovviamente tassabile come una normale GmbH. Il vantaggio sta nella bassa tassazione della distribuzione degli utili.

Questa struttura può essere ulteriormente sviluppata e mostra il vantaggio della costituzione di una holding. La costituzione di una GmbH aiuta nella gestione del patrimonio privato e degli investimenti.

Investimenti > 15% Investimenti 10-15% Investimenti < 10%
Holding GmbH Distribuzione degli utili: 1,5% di carico fiscale totale
Plusvalenze: 1,5% di onere fiscale totale.
Distribuzione degli utili: esenzione dal 95% dell’imposta sul reddito delle società, piena responsabilità per l’imposta sulle attività produttive
Plusvalenze: 1,5% di onere fiscale totale
Distribuzione degli utili: Imposta completa sulle società e sul commercio
Plusvalenze: 1,5% di carico fiscale totale
Investimenti privati Imposta sulle plusvalenze Imposta sui guadagni in conto capitale Imposta sui guadagni in conto capitale

Cosa bisogna considerare quando si costituisce una società

Per la costituzione di una S.r.l. devono essere soddisfatte alcune condizioni di base. Ogni futuro azionista dovrebbe essere consapevole del fatto che la costituzione di una società comporta sempre molti sforzi (iniziali) e costi.

La decisione di costituire e mantenere una tale GmbH richiede un’attenta considerazione dei costi e dei risparmi fiscali. Un’altra opzione può essere quella di acquistare una GmbH esistente. In questo caso, tuttavia, occorre verificare attentamente se sono soddisfatti tutti i requisiti necessari per il progetto previsto.

Quali sono le spese da sostenere per la costituzione di una società?

  • Investimento di 25.000 euro
  • Alcune migliaia di euro per la registrazione dell’impresa, l’iscrizione al registro delle imprese, le spese notarili e le spese legali per tutti i tipi di contratto.

Quanto capitale è necessario

  • Capitale sociale minimo di 25.000 euro
  • Pianificazione aggiuntiva di riserve sufficienti

Quali sono i passi da compiere per la costituzione di una GmbH

  1. Stesura di un atto costitutivo e di uno statuto
  2. Importante: specificare lo scopo dell’attività: gestione patrimoniale
  3. Apertura di un conto commerciale
  4. Notazionedel contratto da parte di un notaio e firma di tutti gli azionisti
  5. Pagamento del capitale sul conto aziendale
  6. Iscrizione nel registro delle imprese da parte di un notaio dopo la prova del pagamento
  7. Iscrizione nel registro delle imprese da parte del tribunale locale competente
  8. Pubblicazione della GmbH
  9. Solo allora la GmbH potrà diventare attiva

Per evitare inutili errori e costi aggiuntivi durante la procedura sopra descritta, è consigliabile rivolgersi sempre a un consulente fiscale.

Quali sono i costi associati a una società di gestione patrimoniale

Per quanto riguarda i costi di gestione di una GmbH, ci si può aspettare di pagare circa 2.000-3.000 euro. Questi cambiano con spese più elevate solo se la GmbH genera molto fatturato, impiega molte persone e ha un carico di lavoro amministrativo complessivamente elevato. Soprattutto vanno considerati i costi correnti, come quelli per la consulenza fiscale essenziale. Anche la contabilità annuale è un onere costante.

Non esiste una risposta generale alla domanda su quando una VV GmbH diventi conveniente. A titolo indicativo, il patrimonio dovrebbe essere almeno a sei cifre. Tuttavia, anche se avete appena iniziato e il vostro obiettivo è quello di costruire il vostro patrimonio gradualmente ma a lungo termine, una società di questo tipo può essere utile. Se si prevede di effettuare in un secondo momento conferimenti più consistenti del proprio patrimonio privato, si può evitare una tassazione elevata.

Svantaggi e svantaggi di una VV GmbH

La decisione a favore o contro la costituzione di una società di gestione patrimoniale dovrebbe essere attentamente considerata e ponderata, in quanto dipende dalla vostra situazione individuale e, soprattutto, dalle vostre intenzioni e progetti futuri. Per facilitarvi la decisione, ecco un confronto sintetico dei vantaggi e degli svantaggi di una VV GmbH, in particolare per quanto riguarda la costituzione di una GmbH di gestione patrimoniale.

Vantaggi di una società di gestione immobiliare

  • Significativo risparmio fiscale (a seconda della forma della GmbH di gestione patrimoniale)
  • evitazione dell’imposta sulle società grazie alla concessione di prestiti
  • vantaggioso, soprattutto per le persone con un elevato patrimonio di capitale e di proprietà
  • Vantaggio fiscale anche per trasferimenti patrimoniali a lungo termine a figli o nipoti
  • Formazione congiunta con più creditori (impatto positivo sulla liquidità e sull’ammortamento)
  • Focalizzazione sull’accumulo e la conservazione del patrimonio a lungo termine

Svantaggi di una GmbH di gestione patrimoniale

  • Adatta solo per l’accumulo di beni a lungo termine
  • Rischio di riduzione della proprietà fondiaria prolungata
  • Alti costi di costituzione
  • Elevati costi di gestione corrente
  • I beni conferiti alla GmbH non sono beni privati, ma beni aziendali ai fini fiscali
  • Continuare a pagare l’imposta privata sul salario degli azionisti
  • non è più un privato dopo la costituzione della GmbH
  • Scarsa flessibilità (solo tramite distribuzione o stipendio)
  • Obbligo di pubblicare il bilancio annuale
  • alta trasparenza

Caso particolare di GmbH immobiliare

  • I guadagni derivanti dalla vendita di immobili non possono essere venduti in esenzione d’imposta anche dopo la scadenza del periodo di 10 anni
  • .

La GmbH a gestione patrimoniale: Conclusione

L’aspetto più importante è certamente la vostra strategia di investimento. Si tratta di un’accumulazione del patrimonio a lungo termine piuttosto che di frequenti distribuzioni di utili a breve termine? Qual è la composizione del proprio patrimonio e cosa è prevedibile e pianificato per il futuro? Da un punto di vista finanziario, è possibile rinunciare alle distribuzioni e mantenere il reddito in modo permanente? La proprietà deve rimanere in famiglia a lungo termine o essere venduta? Può valere la pena di approfondire l’argomento delle GmbH di gestione patrimoniale.