Icona del menu mobile

Investire in attività tangibili: Investimenti finanziari che si possono toccare con mano

Definizione: cosa sono le attività materiali?

Cosa sono le attività materiali? La risposta è sostanzialmente rapida. Un bene tangibile è il valore di un oggetto. Il Codice Civile tedesco (BGB) definisce ulteriormente cosa sia un bene:

La proprietà ai sensi della legge è costituita solo da oggetti fisici.

Un bene materiale è caratterizzato dal fatto di essere limitato nella sua quantità disponibile. Un’auto d’epoca…

  • di una marca specifica,
  • di un modello specifico,
  • di uno specifico anno di fabbricazione

sono spesso disponibili solo poche centinaia di volte. I beni materiali non sono quindi disponibili all’infinito e questo li rende interessanti.

Investire in beni tangibili come le auto d'epoca conviene in questi tempi.

Investire in beni tangibili come le auto d’epoca conviene in questi tempi.

.

Stiamo quindi parlando di beni che hanno una sostanza fisica reale e un valore materiale duraturo che resiste alla prova del tempo, anche in tempi di crisi. Probabilmente la prima cosa che ci viene in mente sono gli asset tangibili come l’oro! Tuttavia, l’oro rappresenta solo una parte estremamente ridotta di tutti gli asset finanziari.

Quindi, a parte l’oro, cos’altro si intende per attività tangibili nel settore finanziario? Chi vuole investire in attività tangibili ha un’ampia scelta. Alcuni esempi di attività tangibili sono

  • Investire denaro in immobili
  • Metalli preziosi/materie prime (oro, argento…)
  • Azioni
  • Collezionismo (auto, dipinti, monete…)
  • Criptovalute

Le attività materiali sono compensate dalle attività monetarie. Le attività monetarie comprendono, tra l’altro:

  • Conto di risparmio
  • Contratto di risparmio della società di credito
  • Deposito a termine fisso
  • Obbligazioni
  • Operazioni a termine

Un buon modo per distinguere è considerare quanto segue: Se l’inflazione arriva all’improvviso, alcuni beni come i libretti di risparmio, i depositi a termine, ecc. perdono potere d’acquisto nel breve termine – conservano il loro valore assoluto in euro. Al contrario, le attività materiali aumentano di valore durante l’inflazione – diventano più costose e aumentano il loro valore assoluto in euro. L’investimento in attività materiali vale davvero il suo peso in oro durante i periodi di inflazione.

Un asset tangibile è quindi come una paperella di plastica in una vasca da bagno: se il livello dell’acqua sale, la paperella in superficie sale con lei.

In quali asset tangibili investire? Per rispondere a questa domanda, facciamo prima una panoramica degli esempi di asset tangibili.

L’immobile come asset tangibile

Quando si parla di proprietà come attività tangibile, occorre fare una distinzione. Se si acquista un immobile per uso personale, non si tratta di un investimento ma di un costo. Se invece affittate il vostro immobile, lo utilizzate come un investimento di capitale che si autofinanzia grazie al reddito mensile da locazione. Come funziona il principio?

  1. Acquistate un immobile e pagate solo le spese accessorie con fondi propri (di solito il 5-10% del prezzo di acquisto).
  2. Affittare l’appartamento
  3. Utilizzare l’affitto per pagare gli interessi e l’ammortamento alla banca mese per mese. Questo vi permette di costruire un patrimonio fin dal primo giorno, dato che il vostro inquilino vi sta aiutando a pagare la proprietà.

Sono molti i fattori che devono essere giusti perché questo investimento sia davvero redditizio. Ad esempio, la posizione, il rapporto tra affitto e prezzo d’acquisto e la necessità di ristrutturazione giocano un ruolo fondamentale per ottenere un rendimento interessante.

Potete anche utilizzare il nostro calcolatore immobiliare per determinare il rendimento potenziale del vostro immobile. I nostri clienti sono soliti utilizzare un servizio a 360° che comprende la selezione dell’immobile, la consulenza, il finanziamento e la gestione. In questo modo, l’investimento immobiliare è privo di problemi e preoccupazioni, anche dopo l’acquisto.

Il vino come bene tangibile

Naturalmente, non basta una bottiglia di vino qualsiasi. Quando parliamo di un investimento in beni materiali, ci riferiamo in particolare a vino, whisky o champagne. Se parliamo di un investimento in beni tangibili, allora sono da considerare solo i vini rossi di alta qualità che possono aumentare di valore nel tempo.

Sia il lavoro che il processo di invecchiamento sono particolari e complessi e spesso di una partita di vino rimangono solo pochi esemplari. È proprio questa rarità a rendere così interessante l’investimento in uno di questi vini. Come per tutte le forme di investimento, è importante conoscere bene l’argomento o rivolgersi a esperti di fiducia per evitare di comprare un maiale in camicia.

Una volta acquistato un vino promettente, la cosa più importante è conservarlo correttamente, perché il vino deve poter invecchiare. Solo così si potrà ottenere un piacevole ritorno in futuro. La composizione del vino cambia nel tempo: tannini, zucchero residuo, acidità e gradazione alcolica sono i componenti chiave.

Il loro cambiamento definisce il sapore del vino in futuro e anche il suo valore. Fondamentalmente, si può dire che il giusto sviluppo può essere raggiunto solo in condizioni di conservazione ottimali. Il vino deve essere conservato in un luogo fresco, buio e umido a circa 10-12 gradi. Anche un frigorifero professionale per vini è l’ideale per questo scopo.

Azioni ed ETF come beni tangibili

Anche le azioni sono beni tangibili, in quanto investite il vostro patrimonio in una società reale e quindi acquisite azioni di questa società. Ma gli ETF sono beni reali? Con un ETF è possibile selezionare un portafoglio corrispondente che comprende proprietà, azioni, materie prime, ecc. Anche gli ETF sono quindi beni materiali che seguono un indice specifico, come il DAX o l’S&P 500.

L’oro come bene tangibile

Investire in oro è probabilmente la prima cosa che viene in mente alla maggior parte delle persone quando si parla di investimenti in beni materiali. Come altri metalli preziosi, l’oro è un bene finito, ed è proprio questo che lo rende così ricercato e ne determina un ulteriore aumento di valore. Nella mente di molti, l’oro è un simbolo di sicurezza e di valore duraturo, in grado di sopravvivere anche alle crisi, come ha fatto in passato. Non sorprende quindi che ci sia un aumento della domanda di oro, soprattutto in tempi di inflazione crescente.

Oro come bene tangibile

Oro come bene tangibile

L’oro fisico può essere acquistato in banca, presso un rivenditore di metalli preziosi o online. In tutti questi casi, è sempre necessario effettuare un’accurata comparazione dei prezzi dei fornitori e assicurarsi che siano affidabili e di buona reputazione. L’oro acquistato può essere conservato nella propria cassaforte o in una cassetta di sicurezza della banca. (Si sconsiglia di nasconderlo sotto il cuscino).

È anche possibile investire in titoli legati all’oro, cosa che si può fare comodamente tramite il proprio conto titoli. Tuttavia, non bisogna dimenticare che l’oro, in quanto bene tangibile, è soggetto al comportamento degli speculatori e quindi a possibili fluttuazioni di valore.

Quali asset tangibili in caso di inflazione

La differenza maggiore o più grave tra attività materiali e monetarie sta nel loro comportamento in caso di inflazione. In caso di inflazione, i contanti perdono potere d’acquisto e quindi significativamente valore:

Immaginiamo che l’inflazione si manifesti e che il tasso di inflazione sia del 100% da un giorno all’altro. Anche se 1.000 euro sotto il cuscino varranno ancora 1.000 euro un giorno dopo, con quei 1.000 euro si potrà comprare solo la metà. Ad esempio, se una pagnotta di pane costa 10 euro il giorno successivo invece di 5 euro.

Investire il denaro in attività tangibili dà maggiore sicurezza. I beni tangibili possono proteggere dalle crisi valutarie o dai fallimenti nazionali. Naturalmente, ci sono anche delle differenze tra gli asset tangibili di cui bisogna essere consapevoli.

Attività materiali sicure

Non tutti gli asset tangibili sono sicuri. Occorre fare una chiara distinzione tra attività materiali speculative e sicure. Le attività materiali speculative comprendono azioni, materie prime e oggetti da collezione. Questi investimenti sono talvolta soggetti a forti oscillazioni di prezzo e rappresentano quindi un rischio elevato per gli investitori.

Le attività materiali sicure, invece, comprendono gli immobili, che normalmente aumentano di valore e non diminuiscono. Inoltre, la domanda di immobili residenziali non è destinata a diminuire, poiché tutti hanno bisogno di un posto dove vivere. Se scegliete saggiamente la vostra posizione, avete ottime possibilità di incanalare con successo la vostra pensione in un percorso sicuro.

Attività materiali verdi

Il filosofo Eraclito diceva: “Nulla è costante come il cambiamento”. E così il cambiamento è riconoscibile anche nella nostra società. Sempre più persone vogliono vivere in modo più consapevole e sostenibile. Questa tendenza si ripercuote anche sui prodotti finanziari. Negli ultimi anni, molti investitori si sono già concentrati sulle energie rinnovabili sotto forma di impianti eolici o solari.

Questo settore di investimento può sicuramente portare dei vantaggi agli investitori. Le energie rinnovabili sono un mercato in rapida crescita. Sia l’offerta che la domanda stanno aumentando rapidamente. Per un futuro più sostenibile, molti Paesi del mondo si sono impegnati a sostenere e promuovere l’espansione di opzioni di approvvigionamento energetico alternative. Ciò ha anche un impatto sulla stabilità di questo settore di investimento.

Costi degli impianti solari

Il costo per watt degli impianti solari è diminuito rapidamente negli ultimi 50 anni.

Purtroppo, però, molti di loro si sono anche resi conto che questi investimenti verdi comportano anche un certo grado di rischio e non sono quindi sicuri. Tuttavia, la consapevolezza ambientale e la sicurezza non si escludono a vicenda se si combinano saggiamente i propri interessi.

Chi acquista un immobile a scopo di locazione e lo progetta in modo che sia efficiente dal punto di vista energetico, non solo può coniugare la sicurezza con la sostenibilità, ma ha anche la prospettiva di diverse opportunità di finanziamento.

Quali sono i buoni beni materiali

Soprattutto in tempi difficili, sorge spontanea la domanda su come e quale sia il modo migliore per investire. Naturalmente si tratta di una domanda individuale, ma a ben vedere gli asset tangibili sicuri come gli immobili si sono quasi sempre dimostrati validi come investimenti.

Le buone attività materiali sono quelle che combinano la sicurezza con fattori promettenti come un rendimento interessante. Anche in tempi di crisi. Avete domande o volete saperne di più su come il vostro portafoglio potrebbe presto arricchirsi di un immobile? Saremo lieti di assistervi per telefono, e-mail o di persona presso i nostri uffici di Monaco o Stoccarda.